Indennità di 600 euro per i lavoratori dello sport

Indennità di 600 euro per i lavoratori dello sport
Condividi

Chi può richiederla e come

Video a cura del Caf Cisl Srl

Chi sono i soggettiche possono richiedere l’indennità di 600 euro per il mese di marzo?

I liberi professionisti sportivi titolari di partita iva alla data del 23 febbraio e i collaboratori coordinati e continuativi sportivi e amministrativi iscritti alla gestione separata INPS, alla data del 23 febbraio non titolari di pensione e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie.

Per il periodo di fruizione dell’indennità in questione non è riconosciuto l’accredito di contribuzione figurativa, né il diritto all’assegno per il nucleo familiare, invece è compatibile e cumulabile con l’indennità di disoccupazione DIS-COLL. Il decreto cura italia ha stabilito l’importo complessivo di spesa pari a 203,4 milioni di €

I lavoratori del settore sportivo iscritti al Fondo pensioni Lavoratori dello spettacolo (Ex ENPALS), con almeno 30 contributi giornalieri versati nell’anno 2019 al medesimo Fondo, cui deriva un reddito non superiore a 50.000 euro, e non titolari di pensione.

Non hanno diritto all’indennità i lavoratori titolari di rapporto di lavoro dipendente al 17 marzo 2020.

Per il periodo di fruizione dell’indennità in questione non è riconosciuto l’accredito di contribuzione figurativa, né il diritto all’assegno per il nucleo familiare. Prevista invece la possibilità di contemporanea fruizione della Naspi.

Il decreto cura italia ha stabilito l’importo complessivo di spesa pari a 48,6milioni di €

Come fare la domanda ?

I lavoratori interessati dovranno presentare la domanda in via telematica all’INPS utilizzando i consueti canali on line ed anche attraverso la modalità semplificata che richiede l’inserimento della sola prima parte del Pin ricevuto via sms, mail o attraverso il contact center.

Ovviamente per compilare la domanda potete contattare il patronato INAS attraverso il sito www.inas.it o al numero verde 800249307

Condividi